Skip to content

Notizie - 6. page

Premio The Economist alla migliore idea contro il cambio climatico

Primo premio The Economist – Innocentive alla migliore idea contro il cambio climatico

La seguente documentazione, in inglese,  fornisce maggiori dettagli:

Video della conferenza tenuta da mario A. Rosato alla Pace University di New York,   feb. 2011

Articolo pubblicato da  The Economist
http://ideas.economist.com/blog/climate-change-challenge-0

Articolo pubblicato da The Economist, da scaricare
http://ideas.economist.com/sites/default/files/imce/Economist%20InnoCentive%20Challenge%20Final%202%2018%2011.doc

Nota stampa di The Economist
http://ideas.economist.com/press

Biografia di  Mario A. Rosato pubblicata da The Economist
http://ideas.economist.com/speaker/mario-rosato

Articoli pubblicati da Innocentive.com
http://www2.innocentive.com/economist-and-innocentive-announce-winner-reverse-climate-change-challenge

http://blog.innocentive.com/2011/02/24/i%e2%80%99m-a-solver-mario-alejandro-rosato/

Diagnosi energetiche in tre cartiere

Maine Pointe ingaggia Sustainable Technologies per tre diagnosi energetiche in Germania, Svezia e Polonia

I tre stabilimenti sono stati costruiti in epoche e contesti molto diversi, quindi fu necessario proporre soluzioni personalizzate. Durante la diagnosi energetica rilevammo opportunità di risparmio energetico dal 5% al 12%.
[cml_media_alt id='2203']central-carbon-S[/cml_media_alt][cml_media_alt id='2204']mimico[/cml_media_alt]

Approvvigionamento idrico sostenibile in Kerala (India)

Primo premio della Fondazione Rockefeller per la soluzione al problema dell’approvvigionamento idrico in Kerala.

Problemi:

  • Costruire serbatoi di almeno 6 m3 per raccolta di acqua piovana, che non costino più di 120 US$ e non necessitino di mezzi meccanici per il trasporto e montaggio. Inoltre, devono essere montati su terreno di poca consistenza e falde affioranti durante i Monzoni.
  • Creare posti di lavoro per la popolazione di scarse risorse, specialmente donne.
  • Utilizzare solo materiali locali.

La nostra soluzione:

Un serbatoio da 8 m3 pensato per essere costruito in pannelli di fibra vegetale e cemento con manodopera femminile non qualificata, nella fattispecie donne emarginate. Il design consente la fabbricazione da parte di due sole donne in meno di 2 giorni e con un prezzo di circa 120 US$ per l’utente finale tale da garantire un margine di 30 US$ per le lavoratrici. Le emissioni di carbonio totali calcolate per tutto il processo di fabbricazione sono nulle.